uragano.jpg

E poi arrivi Tu

Metti disordine tra le mie Parole

I fogli come baci sparsi

Pensano a Te

E scrivo con i battiti d’inchiostro

Una tempesta nel Cuore.

Giuseppe La Mura apr 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Annunci

fiori

S‘alza lento un dolce vento di Primavera

Si muove un filo d’erba

Freme il Cuore tra raggi di Sole

Nasce un Fiore

Dono d’Amore.

Giuseppe La Mura apr 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Gente distratta

Cammina

Si scontra con Te

E Tu non inciampi nei loro giudizi

Sorridi e vai via Lontana

Dove non esiste cattiveria e odio

Dove nascondi i tuoi sogni

Cresciuti tra delusioni e fiori.

Giuseppe La Mura apr 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

fumo

Sei qui

Accanto ai miei malinconici silenzi

Freddi

Taglienti

Come le mie mani

Li guardi e li raccogli tutti

E mi porti a conoscere il tuo dolore

Ti osservo e sono tra i tuoi dolci seni

Giaccio sull’Amore del tuo Cuore.

Giuseppe La Mura apr 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

#piccoleStoriediAmore

margherita

-“Se i libri hanno un’Anima, chi li scrive cosa ha di più degli stessi libri?”

Aveva un’aria ingenua, guardava il cielo, le nuvole, i suoi occhi si perdevano nella Vita.
Lei era immersa nell’Amore quando mi pose la domanda.
E io:

-“la fortuna d’incontrare persone che conoscono l’Amore e non lo ingabbiano. Ecco cosa hanno in più chi scrive racconti, poesie, libri.”

Giuseppe La Mura apr 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

#piccoliRomanzi

fumo

– Capitolo I

Non amava più me. Tentò di uccidermi con l’indifferenza, con la violenza subdola e psicologica, provò persino a farmi fuori avvelenandomi con il suo stesso odio. Goccia dopo goccia, lo somministrava a dosi di cattiverie e falsità tutti i giorni.
Ma io non morii, anzi la lasciai fare e lei s’infuriò, s’incendiò di rabbia. Affogò nel suo stesso fumo.

– Fine

Giuseppe La Mura apr 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web