mano

Soffrire

In silenzio come soffre il vento

Che spira verso un senso e nell’altro

E chi sta accanto soffia ancor più forte del mio vento

Vuol vedermi cadere soccombere e poi morire

E resto aggrappato alla vita

È il senso, il dono, dei giorni miei.

Giuseppe La Mura feb 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...