due

Stringerti

I fianchi e poi le mani

Baciarti sul collo

Sfiorare il Cuore

Senza coglierlo mai

Come fossi un fiore di cartavelina fragile

E annusare i tuoi odori

Abbeverarmi alla fonte dei tuoi umori

Senza violare mai le tue innate paure

Accarezzarle

Abbracciare i tuoi pensieri uno ad uno

Parlarci senza offenderli mai di presunzione

Restare lì a spulciarci le cicatrici del Cuore

La forza umile

Una candela che non si spegne al vento

L’Amore.

Giuseppe La Mura gen 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...