morsi.jpg

Cadevano le parole

Cadevano le tue sottili vesti

E nel silenzio della notte

Ascoltavo la tua Anima nuda

Davanti ai miei occhi.

Vagavi leggiadra

Negli occhi la paura dell’Amore,

Eri Fata nell’incantesimo del lago.

T’accarezzavo

Perdondo me sui tuoi seni lamguidi e turgidi

Sui tuoi fianchi morbidi e caldi

Mi fermai sulle tue labbra umide

E ascoltai le febbricitanti parole del tuo Cuore.

Giuseppe La Mura gen 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Annunci

dondolo

Lei è la mia Poesia

Prendimi l’Anima

Sussurrami il tuo corpo alla mia mente

Lasciami fiorire parole sulle tue infinite Stelle

Perdimi al tramonto sulle tue rosse labbra.

Giuseppe La Mura gen 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

due.jpg

Non restava nulla

L’Anima giaceva silenziosa

Leggevo l’Amore indelebile dei tuoi baci

Avevo segni degli abbracci sulla pelle

Avevamo depredato i nostri sogni dai cassetti

C’erano sospiri attaccati sul soffitto sopra al letto

Non cadevano, immobili

Li osservavo oramai da lontano

Sentivo l’armonia dei sospiri del nostro cosmo

Avevamo toccato insieme sussurri fatti di stelle.

Giuseppe La Mura gen 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web