#piccoleStoriediAmore

bagno

-“E il bello sai dov’è? È che domani è un giorno in più, per essere meno tristi, per sorridere, per sperare, per sognare, per sfiorare i tuoi pensieri, per abbracciarti e sentire il tuo calore sulla mia nuda pelle. È un giorno in più per amare, far l’amore, dirsi ‘t’amo pazzo amore mio’. È un giorno in più da vivere.”-

Giuseppe La Mura nov 2016
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

culo

Un giorno come un altro

Rotolava via senza spigoli taglienti,

Senza troppe esitazioni.

E poi un attimo dopo

Inciampai negli occhi tuoi

Sentii una spina rossa

Scivolare nelle ossa

Penetrare il purpureo calore del sangue

Trapassare da parte a parte il Cuore.

Quel tuo bacio

Aveva il sapore tondo

Del succo delle tue carnose labbra pungenti,

Eri il frutto proibito dell’Amore.

Giuseppe La Mura nov 2016
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

#piccoleStoriediAmore

cammino

Oggi ho perso, ho perso tutte le parole lungo il sentiero. Le ho nascoste sotto ai ciottoli perchè si confondessero e non facessero più rumore al passaggio del Cuore. Le ho lasciate lì perchè erano parole pesanti da trasportarmi dentro e perchè difficili da dire, pronunciare. Le ho perse volontariamente quelle parole per non farmi e farti più inutile male. Erano parole intense, canzoni, poesie, storie soltanto d’Amore.

Giuseppe La Mura nov 2016
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

#piccoleStoriediAmore

sigaretta

E il silenzio fra i due fu rotto dal suono ovattato della cenere di una stupida sigaretta mentre si staccava e cadeva verso il basso. Era lo stesso rumore di quando due si lasciano. Uno dei due cade inesorabilmente giù, spento morto bruciato e l’altro incendiato ancora un po cadrà di lì a poco.

Giuseppe La Mura nov 2016
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web