#piccoleStoriediAmore

Alcuni Uomini hanno una immensa fortuna. Conoscono Donne che gli scopano la mente semplicemente poggiando, strusciando alla loro maniera, subliminale, i pensieri più intimi che si celano dalle grandi labbra al Cuore. Ed è il sesso che queste Donne prediligono di più. Sfiacchire, sfinire di sensualità l’uomo che vorrebbero che sfiorasse la loro dolce intrigante Anima, dopo il sesso.

Giuseppe La Mura ott 2016
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Annunci

#piccoleStoriediAmore

Sei nei pensieri che sfilo ad uno ad uno lentamente. E vorrei baciarti le spalle, carezzarti il seno e perdermi come un naufrago sulla tua isola.

Giuseppe La Mura ott 2016
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

#piccoleStoriediAmore

E tutti abbiamo qualche macchia sull’Anima, qualche mancanza da farci perdonare, qualche vestito scolorito che non metteremo da parte perchè è come nuovo ai nostri occhi e continueremo a sbiadirlo e scolorirlo e indossarlo. Il rancore credo invece che è e sarà come un abito da sera da indossare sempre, anche di giorno e che difficilmente certa gente avrà cura di togliersi mai via dall’Anima.
Certo, per codesta gente ferire è meglio che perdonare, li rende appagati e liberi, sempre secondo loro però.
Scusatemi, vado a lavarmi l’Anima, la mia è perennemente sporca perchè mi butto nella vita, me la sporco amando tutto e tutti e quando si ama si commettono errori, sempre.

Giuseppe La Mura ott 2016
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

E ti amo

Come uno che non mangia amore

Affamato al freddo di notti senza luna

Ghiacciato dalle lame di sterili cattiverie

Luccichi nei miei occhi

Sono il riflesso delle tue Rosse Labbra

Che accendobo le speranze

Di uno a cui vorrebbero togliere il Cuore.

E io

Amo ancora Te

Giuseppe La Mura ott 2016
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

#piccoleStoriediAmore

anima.jpg

Mettila così se non mi credi. Tra la folla riuscirei a respirarti, sentire il tuo odore, scorgere il tuo sguardo, annusare i tuoi umori. E se non ti bastasse ti cercherei tra la gente, vorrei e verrei a prendere solo te. Perchè dal sesso all’amore, dallo scopare all’amare, il passo è breve, è come trascendere dalle carezze dei tuoi seni fino a sfiorarti l’Anima.

Giuseppe La Mura ott 2016
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Hay días

Que pasan en silencio

Se deslizan como la seda en la piel

Como los besos en sus hombros desnudos

Está lloviendo fuera de esta sala

Mientras que sus pensamientos indecentes

Entra y penetra poco a poco la mente.

Giuseppe La Mura ott 2016
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web