#piccoleStoriediAmore

sedia

Dell’Amore conosco le facce delle sue intime fragilità. Ti sfiori il viso, ti accarezzi i capelli, sorridi nervosamente, ti mordi le labbra, intrecci i piedi. Brillano i tuoi occhi e splendono di luce propria mentre la Tua Anima gira intorno la mia cercandola, sfiorandola, carezzandola, gioca a nascondino. Sei stupenda, quando entri nel bosco, di notte, in cerca del lupo che da qualche parte è dentro di Te e annusa la Tua immensa Anima, simile alla sua.

Giuseppe La Mura lug 2016
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web