#piccoleStoriediAmore

letto

Al mattino ognuno prende la sua strada fatta di scelte, di incontri e scontri, di responsabilità al lavoro, con gli altri, con noi stessi, di sorrisi, di complicità. E tutto cambia dall’inizio, dal momento in cui varchiamo la soglia di casa. E ciò che eravamo stati fino a qualche istante prima, lo lasciamo confinato tra i ricordi, come quadri e post-it appesi alle pareti di casa. Anche gli Amori.

-“già sei pronta, già vai via? Nemmeno il tempo di abbracciarti ancora e perdermi nei tuoi occhi, per portarli dentro me tutto il giorno? Nemmeno il tempo per un bacio? E se fosse l’ultimo? E se incontrassi un altro? Sai, stanotte dopo aver fatto all’amore mentre tu dormivi, scrivevo con le dita, tanti ‘ti amo’ sulla pelle, sulla tua bianca schiena, sulla fronte, sui seni, sul tuo sedere, sul tuo ventre. Avevi lo sguardo dolce, sereno, eri bellissima. Io, non potrò dimenticarmi di Te oggi. Mai, non amato nessuna così prima d’ora, ti sceglierei ancora domani e ancora…ancora”-

Lei sorrise mentre s’aggiustava i capelli, il fil di rossetto, la collana al collo. Si avvicinò a Lui lo strinse forte in un abbraccio e gli sussurrò:

-“mancava Soltanto il profumo, soltanto il Tuo. Ti porterò con me tutto il giorno. Non ti lascerò mai andar via da me”-

Lo baciò appena, gli lasciò un pò di quel rossetto, gli lasciò il suo Cuore poggiato sulle labbra.

Giuseppe La Mura lug 2016
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web